Titolo: Whole - Vegetale e integrale.
Scrittore: Colin Campbell.
Genere: saggistica, alimentazione.
Editore: Macro Video.
Anno: 2014.
Dove lo trovi: qui.


Qualche tempo fa avevo fatto un’eccezione e avevo pubblicato sul sito un articolo su The China study - DVD, la versione video dell’omonimo libro di Colin Campbell, video che avrebbe probabilmente interessato molti… tutti quelli interessati all’argomento alimentazione naturale ma non sufficientemente pazienti da leggersi un mattone di libro pieno di dati, studi e statistiche.

Oggi faccio un’altra eccezione e pubblico un articolo relativo a un altro video, e sempre di Colin Campbell: Whole - Vegetale e integrale.

Si tratta di un video della durata di ben 210 minuti contenente un seminario formativo sul tema dell’alimentazione, nonché un’intervista esclusiva a Colin Campbell, che col suo The China study ha decisamente cambiato gli equilibri conoscitivi sulla dieta e il collegamento tra alimentazione e malattie…

… trovano numerose conferme, peraltro, a precedenti teorie, come l’ehretismo e l’igienismo e l’alimentazione orientale in generale, da sempre molto attenta a ciò di cui si nutre l’uomo.

Il sottotitolo del video riassume così quanto appena detto: “Un cambiamento epocale per salute e alimentazione”.

Se in The China study, libro e dvd, Colin Campbell aveva rivoluzionato il modo americano-occidentale di concepire l’alimentazione, dimostrando a suon di statistiche e dati che l’alimentazione migliore per l’essere umano è quella a base di alimenti vegetali, in questo video spiega i fondamenti teorici e pratici di questa scoperta, nonché perché le abitudini alimentari tipiche siano fondate su convinzioni errate.

Se The China study è stato il più grande studio di sempre sull’alimentazione e la salute, Whole - Vegetale e integrale è un vero e proprio viaggio alla scoperta del nuovo pensiero nutrizionale, nonché del futuro alimentare dell’umanità, con implicazioni non solo a livello di nutrizione e di salute, ma anche sociali e generali.

Insomma, chi ha apprezzato i precedenti lavori di Colin Campbell, non si perderà certamente Whole - Vegetale e integrale, seminario formativo decisamente all’avanguardia, che porta avanti il principio di fondo del suo autore: ciò che mangiamo determina come stiamo, e soprattutto come staremo.

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Titolo: L'Istituto Tavistock (El instituto Tavistock).
Scrittore: Daniel Estulin.
Genere: saggistica, cospirazionismo.
Editore: Macro Edizioni.
Anno: 2012.
Dove lo trovi: qui.


Molti già conosceranno Daniel Estulin, il ricercatore spagnolo autore del best seller Il Gruppo Bilderberg, il libro che svelava tutti i retroscena di una delle logge più impenetrabili e potenti della Terra, peraltro già segnalato da altri autori come David Icke

… la cui influenza si è vista in tempi recenti anche in Italia, dal momento che il presidente della Repubblica e gli ultimi tre presidenti del consiglio – nessuno dei tre eletto dal popolo e incaricato dallo stesso presidente della Repubblica – ne fanno tutti parte.
E non solo in Italia, ovviamente.

Con questo altro libro, L'Istituto Tavistock, Daniel Estulin indaga su un altro ente a dir poco inquietante, anch’esso peraltro non nuovo per chi si è informato per conto proprio (ossia, non tramite le televisioni e i giornali di regime): l'Istituto Tavistock, per l’appunto, sorta di scuola di controllo mentale delle masse e di ingegneria sociale (ossia, per dirlo in parole povere, lavaggio del cervello e programmazione mentale). 

Parliamo dunque di come influenzare le popolazioni per renderle come desidera il potere, ossia deboli e sottomesse.

In questo discorso e progetto mondiale rientrano la televisione e mezzi di comunicazione di massa, la musica, la droga, l’alimentazione, la tecnologia… per un quadro generale che non è certamente simpatico in riferimento agli scopi di chi governa e utilizza questi sistemi (e li utilizza…).

Daniel Estulin, in breve, risponde alla domanda “Siamo veramente tutti in pericolo?”, e lo fa in modo schietto, svelando come è nato il Tavistock, chi lo controlla, cosa vuole attuare, come opera…

… ma soprattutto come difendersi da queste influenze psichiche, di cui spesso siamo vittime inconsapevoli. 

L'Istituto Tavistock, testo di quasi 400 pagine, avrà certamente i suoi effetti esplosivi nella cultura mondiale, soprattutto in quella contro-disinformativa che sta emergendo man mano in internet e nella letteratura di settore, tanto che non è difficile prevedere che anche quest’altro libro di Daniel Estulin sarà un nuovo best seller mondiale.

A chi vorrà, buona lettura.

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Titolo: Le Nuove Terre.
Scrittore: Matteo Ficara.
Genere: fantasy.
Editore: Vydia Editore.
Anno: 2013.
Voto: 7.
Dove lo trovi: qui.


Quest’oggi recensisco un romanzo fantasy, e si tratta del romanzo d’esordio di un giovane autore italiano: il libro porta il nome de Le Nuove Terre, mentre l’autore è Matteo Ficara.

Si tratta di un romanzo lungo circa 330 pagine e dal sapore decisamente aulico, come evidente fin dalle prime battute.
Al tono sostenuto della narrazione, peraltro, corrisponde anche uno sfondo decisamente esistenzial-filosofico, cosa che non stupisce dato che l’autore, come si legge nella quarta di copertina, è laureato in filosofia e appassionato di discipline olistiche.
Ogni tanto, infatti, spuntano fuori, oltre a concetti esistenziali, anche ammiccamenti a discipline spirituali, allo gnosticismo, alle antiche scritture occidentali, a divinità varie, etc.

Dunque, sì un fantasy, ma non un fantasy leggero, di puro svago; anche se, a dire la verità, si può leggere anche come mera narrazione, dal momento che trama e azione lo permettono.

E andiamo dunque a vedere la trama, perlomeno in estrema sintesi: il protagonista centrale è Callisto, lo Scrivano, possessore del Diario, elemento molto importante per l’equilibrio delle terre, vecchie e nuove che siano.
Di lui seguiamo praticamente quasi tutta la vita, narrata in modo variamente veloce dalla sua formazione fino al suo grande amore per Zajmah, dal suo incontro misterioso con la giovane Tskab fino alla sua rinascita come Hurghimellor.

Il libro è strutturato secondo grandi capitoli-epoche, nelle quali tra l’altro cambia anche il punto di vista, tanto che il protagonista principale Callisto a volte lascia spazio agli altri protagonisti della storia.

Riferiti gli “estremi” del libro, arriva ora il mio parere.
L’inizio è ottimo e davvero accattivante, sia dal punto di vista della narrazione, sia da quello del protagonista e della trama. Con inizio intendo le prime 90-100 pagine.
Dopo, però, la storia perde efficacia, tanto che rischia di perdere il lettore, un po’ perché il protagonista principale sparisce, per poi tornare dopo, un po’ perché insieme ad esso spariscono anche tensione narrativa e anche parte della precisione linguistica.
Il libro si riprende successivamente, e l’ultima parte ritorna interessante.

In sostanza, l’espediente narrativo dei cambi di scena e di punto di vista tra i vari protagonisti a mio avviso non ha funzionato molto, forse per un carisma superiore di Callisto rispetto agli altri personaggi del libro, o forse, semplicemente, perché la prima parte era più ispirata di quella successiva.

Nella quale, tra l’altro, il lettore rischia anche di perdersi con tanti nomi e riferimenti e personaggi, luoghi o entità del passato, e che magari non sarebbe stato male ridurre di numero oppure colorare in modo più vivo, in modo che non fossero solo nomi ma elementi portanti della storia.

Spuntano inoltre qui e lì ingenuità linguistiche da autore esordiente, nonostante, lo ripeto, la scrittura in generale rimanga ottima, e a tratti eccellente, curata e aulica come poche... considerazione rara da parte mia, segno dunque delle capacità di scrittura dell'autore.

Insomma, la sensazione che ho avuto de Le Nuove Terre è quella di un buon romanzo d’esordio, e buono in generale, a cui però sarebbe bastato non molto per essere di un livello superiore.
Poco male: se Matteo Ficara ha talento, lo dimostrerà con altri libri.

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Argomenti