Titolo: Il lago della vita (The lake of life).
Scrittore: Edmond Hamilton.
Genere: fantascienza, fantastico.
 Editore: Newton Compton.
Anno: 1933.
Voto: 7.
Dove lo trovi: qui.


Ho già pubblicato diversi romanzi appartenenti alla mitica collana della Newton Compton Il fantastico economico classico (quei libriccini bianchi che vendevano anche nelle edicole, se ve li ricordate… io cercai e cercai fino ad averli tutti): tra questi i vari L’ultimo castello di Jack Vance, Kadath di Howard Phillips Lovecraft, La casa sull’abisso di William Hope Hodgson, Le ali notturne di Robert Ervin Howard, Non A-3 di Alfred Elton Van Vogt, Il segreto degli Slan dello stesso Van Vogt, Fuga dalla Terra di James McGregor/J.T. McIntosh, La vampira di Marte di Tanith Lee, e altri ancora.

Oggi è il turno di un autore decisamente meno roboante di quelli testè citati, ossia Edmond Hamilton, con il suo Il lago della vita, romanzo breve datato 1933.
Si tratta di un romanzo fantastico-avventuroso, a metà tra viaggio-esplorazione e contenuti fantastici.

Giusto per essere chiaro come sempre, dico subito che il livello del narrato non è certo altissimo: in questo senso Il lago della vita non può essere certo annoverato tra i capolavori della narrativa fantastica (e infatti Hamilton, nonostante sia un autore di discreta fama, non è mai stato considerato un classico della narrativa fantastica)… tuttavia il testo conserva una certa vivacità, un brio tale da configurarlo come un piacevole e movimentato romanzo d’intrattenimento.

Ma andiamo a sintetizzare la trama, che poi è anche il punto forte del libro: Asa Brand è un miliardario in cerca di avventure, il quale, conosciuta un’intrigante leggenda su un lago africano che si dice sia capaca di donare l’immortalità, decide di recarvisi.

Effettivamente, il lago in questione non è un lago normale, tanto da essere persino “separato” dal resto del pianeta. Tuttavia ad attendere gli avventurieri vi sarà una sorpresa inattesa…

Trama intrigante, dicevamo, così come è buona anche la descrizione dei personaggi, così come anche la capacità descrittiva di Hamilton, che cala il lettore nella realtà dell’Africa nera… così come in quella del mistero che avvolge il lago della vita.

Nel complesso, come detto, Il lago della vita di Edmond Hamilton è un buon romanzo di avventura fantastica, che non è rimasto nella storia della letteratura ma che saprò offrire un buon intrattenimento ai suoi lettori.

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Il post odierno su Libri e Romanzi è diverso dai soliti.

Infatti, esso non è relativo alla recensione di un romanzo, e nemmeno di un testo di saggistica, bensì è una sorta di segnalazione del lavoro di un giovane scrittore italiano: Frank Iodice (che si firma anche Frank Gal, Frank Gallo e Franco Gallo).

Italiano, ma residente a Nizza, luogo in cui è finito per i casi della vita e che ha scelto come sede per la sua produzione romanziera.

Al suo attivo ha già diversi libri, tra cui il buon romanzo d'esordio Fermitutti (poi rinominato Una settimana con Maria), Kindo - La folle vita di uno scrittore, Anne et Anne, etc.

In questo link potete leggere qualche recensione sugli stessi da parte di appassionati e addetti ai lavori. In quest’altro link invece trovate un’intervista radiofonica fattagli da a Radio Punto Zero all’interno del programma Patatrac (il video-audio dura 8 minuti).

Si tratta di un giovane (dell’82, per la precisione) che ha deciso di dedicare la sua vita a scrivere, come si conviene a un vero scrittore, anche trascurando il fattore economico… e la scelta è coraggiosa e da apprezzare di per sé.
Certamente, sfondare nel mondo editoriale non è semplicissimo, ma se la passione e la determinazione si mettono al servizio del talento, tutto è possibile.

Tanti auguri a Frank Iodice, dunque, e a voi lettori un invito a seguirlo, magari leggendo uno dei suoi libri.

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Argomenti