Titolo: L'invenzione di Dio.
Scrittore: Mauro Biglino.
Genere: saggistica, storia.
Editore: Macro Video.
Anno: 2015.
Dove lo trovi: qui.


Ormai tante persone in Italia conoscono Mauro Biglino, il ricercatore-storico-traduttore che, una volta smessi i panni del traduttore ufficiale delle Edizioni San Paolo (e quindi un signor professionista del settore), ha cominciato a tradurre “per conto suo”. 

Non avendo più legami con la casa editrice committente, ha avviato un tipo di traduzioni decisamente diverse: non più “ortodosse” ma letterali…

… ricavando da ciò una prospettiva del tutto diversa sul Vecchio Testamento.

Peraltro non nuova, giacché dubbi sui testi assai variegati, nonché sui contenuti, dei libri che compongono il Vecchio Testamento erano già stati avanzati da vari autori, ma finora essenzialmente ignorati dal grande pubblico.

Peraltro in precedenza su questo blog avevo già segnalato un suo libro, ossia La Bibbia non parla di Dio, mentre sull’altro mio sito avevo recensito diversi suoi libri.
Questi per la precisione:

Nel complesso, l’autore mi aveva piuttosto interessato, andando a vivificare il mio antico interesse su tematiche al confine tra spiritualità, esistenza, religione, storia... e ovviamente società e cultura umana, giacché è tutto compreso nel pacchetto.

Ad ogni modo, quest’oggi vi segnalo un dvd della durata di 130 minuti, a cui si aggiunge un libretto di 30 pagine, nonché un’intervista eslusiva al ricercatore italiano, il tutto appena uscito: L'invenzione di Dio.

Come desumibile dal titolo, il tema è sempre quello: il Vecchio Testamento e l’invenzione da parte di taluni traduttori di un "Dio spirituale", che in quei testi, semplicemente, non c’è (e ciò ovviamente non ha nulla a che fare con un’eventuale essenza divina che permea il creato, qua si parla solo del Vecchio Testamento e della sua traduzione alla lettera... e conseguente di tutta la mistificazione e i giochi di potere che vi è intorno a ciò).

Ecco alcuni punti affrontati nel video, che poi è una conferenza dal vivo tenuta in Italia: 
- non sappiamo nulla su chi e quando ha scritto la prima parte della Bibbia, 
- undici libri biblici sono ufficialmente scomparsi, 
- la creazione dell’uomo intesa come atto divino è falsa, 
- Dio si stanca, si sporca e ha fame (e ce ne sono molti peraltro, non solo uno),
 - il “Dio” biblico non ha nulla a che vedere con Gesù, 
- le religioni monoteiste sono state letteralmente costruite dal nulla su interpretazioni fantasiose dell’Antico Testamento.

Come sempre, con Biblino c’è tanto materiale, poi sta alla singola persona avere l’interesse o il coraggio di essere aperta all’esplorazione e di visione ampia.

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Argomenti