Titolo: La bottega dei giocattoli (The magic toyshop).
Scrittore: Angela Carter.
Genere: drammatico.
Editore: Fanucci.
Anno: 1967.
Voto: 5.
Dove lo trovi: qui.


Avevo comprato La bottega dei giocattoli di Angela Carter attendendomi un romanzo fantastico, sia per la presentazione da favola che ne veniva fatta, sia per la pubblicazione in casa Fanucci, nota casa editrice italiana specializzata in narrativa fantastica (ossia fantasy, fantascienza e horror).

Sono tuttavia rimasto deluso, perché La bottega dei giocattoli in realtà non è un libro fantastico, bensì una storia nera, drammatica, cupa e dal taglio un po’ gotico.

Ma, per intenderci, non il gotico sognante e raffinato del regista Tim Burton (si pensi al film Il mistero di Sleepy Hollow), ma un gotico pesante, opprimente, che di fatto amplifica la componente drammatica della storia.

Che è questa: tre giovani ragazzi rimangono orfani, e vengono affidati allo zio, un rozzo fabbricante di giocattoli, specialmente di marionette… elemento importante perché egli stesso tende a fare il burattinaio con la sua famiglia…

La moglie è completamente succube di lui, così come i due di lei fratelli, che hanno aspirazioni di rivolta che però non riescono a concretizzare.

Inevitabilmente, in un ambiente familiare così greve, la vita dei tre ragazzini diventa improvvisamente altrettante greve, specialmente quella di Melanie, la maggiore dei tre, una quindicenne che di fatto costituisce il perno centrale del romanzo.

Melanie ha quindici anni, e sta vivendo dei cambiamenti, non solo per via delle tristi vicende familiari, ma anche per la sua incombente adolescenza, messa peraltro alla prova da uno dei fratelli della moglie di suo zio.

In effetti, il La bottega dei giocattoli sa molto di iniziazione sessuale della ragazzina, per quanto manchi totalmente di qualunque scena audace.

Ma tutto è visto da un’angolazione buia, che sa addirittura di marcio e di morto.

Insomma, pur non potendo dire che si tratti di un brutto romanzo (tra l’altro con questo libro Angela Carter ha vinto anche dei premi ), non è certamente il mio genere, da cui il voto negativo.

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Argomenti