Titolo: Amore al cioccolato (Love in Bloom’s).
Scrittore: Judith Arnold.
Genere: commedia femminile, comico, sentimentale.
Editore: Harlequin Mondadori.
Anno: 2002.
Voto: 7.
Dove lo trovi: qui.


Era da un po’ che non leggevo e recensivo una bella commedia femminile in stile I love shoppingDevo comprare un mastinoAl diavolo piace dolce, etc, genere letterario che, ormai lo avrete capito, mi diverte non poco e che quindi leggo spesso con piacere.

Ho dunque cominciato questo Amore al cioccolato, libro della stessa collana, Harlequin Mondadori, di un romanzo che avevo letto in precedenza, Nome e indirizzo: sconosciuti, e che mi era piaciuto abbastanza.

L’inizio della storia è un po’ lento, tanto da farmi dubitare sulle effettive qualità della scrittrice, Judith Arnold, non tanto dal punto di vista meramente linguistico, quanto sul possedere quella vivace ironia necessaria per far funzionare siffatto tipo di narrazioni.

Dopo le prime decine di pagine, tuttavia, il “no” alla domanda di cui sopra diventa velocemente un “sì”, col romanzo che diverte e trascina.

Ecco in breve la trama messa suu da Judith Arnold: il negozio di alimentari di Bloom è un pezzo di New York, tanto da essere passato in poche generazioni dal livello di piccola bottega a quello di grande magazzino del cibo etnico.
Il precedente presidente, tuttavia, Ben Bloom, è morto da qualche mese, e sua madre, Ida, decide di nominare presidente la nipote Julia, figlia di Ben.

Tale nomina coglie di sorpresa svariate persone: Sondra, la madre di Julia, persona capace ma non di sangue Bloom e quindi, per Ida, inadatta per coprire l’incarico, Jay, lo zio di Julia, dedito al sito web dell’azienda, ma troppo poco amante del lavoro, Susie, la sorella di Julia, sorta di poetessa bohemienne che darà una mano alla sorella nel difficile incarico.

Julia, peraltro, non ha mai lavorato nel negozio di famiglia, anche perché è un avvocato.

A renderle le cose ancora più difficili, si metteranno in mezzo un giornalista che vuole scrivere un pezzo sulle presunte difficoltà economiche di Bloom e il commesso del reparto bagels (che non so cosa siano, ma che, a furia di sentire nominare, mi è venuta voglia di assaggiare), di cui si è perdutamente innamorata sua sorella Susie…

Come detto, alla fine della fiera il libro ha divertito e ha coinvolto, e anche parecchio, a dispetto della sensazione iniziale.
Punto forte dell’opera è una notevole caratterizzazione dei personaggi, dipinti in modo tanto cristallino che è facile immaginarseli e vederli in azione (segno di grande maturità narrativa).

In definitiva, Amore al cioccolato di Judith Arnold un buon romanzo di intrattenimento, che piacerà certamente ai fan della commedia al femminile in stile I love shopping.

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Argomenti