Titolo: La stella fuggiasca (The renegade star).
Scrittore: Vargo Statten/John Russell Fearn.
Genere: fantascienza.
Editore: Libra.
Anno: 1951.
Voto: 5.
Dove lo trovi: qui.


La recensione di quest’oggi non è una delle solite recensioni che propongo, e che spero siano sufficientemente dettagliate e facciano capire al lettore se il libro può interessargli o meno, ma più che altro è un commento en passant su un libro che ho letto anni fa, di cui confesso che mi ricordo non tantissimo…

Lo riporto su Libri e Romanzi per un motivo molto semplice: sono da molti anni un appassionato di narrativa fantastica, e in particolare anni fa leggevo soprattutto fantascienza.

Mi capitò di leggere La stella fuggiasca in quanto il suo autore, Vargo Statten (pseudonimo di John Russell Fearn) veniva descritto come di valore.

Il suddetto romanzo, tuttavia, mi deluse non poco, posto che si trattava di fantascienza di serie B, forse persino di C, rispondente in pieno ai cliché e agli stereotipi più negativi su questo meraviglioso genere letterario.

La stella fuggiasca, difatti, è un libro di valore meno che mediocre: l’ambientazione lascia a desiderare, la profondità lascia a desiderare, i personaggi lasciano a desiderare.

Lo stile narrativo di Vargo Statten è deludente, come deludente sono le caratterizzazioni di praticamente tutto (in particolare, è precario il delineamento psicologico dei protagonisti).

L’unica cosa che si salva è un certo dinamismo di fondo, fatto di avventure e azione a go go.

Come dicevo, lo stereotipo che fa pensare a molte persone che il genere fantastico sia un genere di scarso valore, tutto azione, banalità e scarsa profondità.

Non a caso, se penso al contrario di Vargo Statten/John Russell Fearn, mi viene in mente Isaac Asimov, e allora sì che ragioniamo…

In definitiva, se vi va provate a leggerlo, ma a mio avviso è tempo perso: tra gli scritti di decenni fa o tra i contemporanei si trova molto di meglio: se volete un consiglio, leggetevi il Ciclo della Fondazione di Asimov (per i classici) o il Ciclo di di Ender di Card (per i contemporanei).

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Argomenti