Titolo: Nafragio su Tschai (City of the Chasch).
Scrittore: Jack Vance.
Genere: fantascienza, avventura.
Editore: Mondadori.
Anno: 1968.
Voto: 6.5.
Dove lo trovi: qui.



Prima di Naufragio su Tschai avevo già letto tre romanzi di Jack Vance, ovviamente tutti e tre di narrativa fantastica, anche se di sottogeneri diversi: L'ultimo castello era un fantasy, per quanto il focus fosse politico-culturale; La fiamma della notte era un libro di fantascienza, con un focus socio-relazionale; Fuga nei mondi perduti era un romanzo di fantascienza avventurosa.

Dei tre i primi due libri mi erano piaciuti moltissimo (non a caso Jack Vance è noto per la sua abilità nel tratteggiare società inventate credibili e affascinanti), mentre il terzo aveva veleggiato sulla mera sufficienza.

Da questo Naufragio su Tschai, primo romanzo del notissimo e apprezzatissimo Ciclo di Tschai, mi aspettavo dunque molto, e magari proprio ciò per cui Vance è celebre: una società molto ben strutturata e descritta, con le sue gerarchie, la sua cultura, i suoi personaggi più importanti, i suoi conflitti politici.

Purtroppo, però, sono rimasto parzialmente deluso.
Non che Naufragio su Tschai sia un brutto libro, intendiamoci; il fatto è che rispetto ai due trend descritti in avvio di recensione (focus socio-politico-culturale e avventura), il testo si colloca più sul secondo, laddove io speravo nel primo.

E non a caso il romanzo, fantascienza pura, ambientato in un altro pianeta e con numerose specie aliene, è un succedersi di situazioni, eventi, viaggi e incontri, cose che lo rendono un piacevole romanzo di intrattenimento.

Le premesse non sono particolarmente originali (un naufragio su un mondo alieno), né lo è a dirla tutta lo sviluppo narrativo (il protagonista diventa capo di altri uomini e guida una rivoluzione), ma comunque il testo è scorrevole e leggibile.
L'impressione, però, è che Vance abbia concentrato in poche pagine troppi spunti narrativi (decine di eventi e di specie e di società!), non avendo poi il tempo di svilupparli in modo adeguato.

Ad ogni modo, come dicevo, Naufragio su Tschai di Jack Vance è una lettura piacevole.

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Argomenti