Titolo: La fiamma della notte (Night lamp).
Scrittore: Jack Vance.
Genere: fantascienza, avventura.
Editore: Mondadori.
Anno:1996.
Voto: 7.5.
Dove lo trovi: qui.


Jack Vance, il cui vero nome è John Holbrook Vance, è un prolifico e brillante scrittore di romanzi fantastici.


Tra fantascienza e fantasy, ha scritto romanzi e cicli rimasti nella storia della letteratura: tra questi ultimi, i più ricordati sono probabilmente il Ciclo della Terra morente e il Ciclo di Durdane.

Questo libro, La fiamma della notte, non fa viceversa parte di una saga più ampia, ma si inserisce in un generico filone di romanzi di fantascienza.

Naturalmente, di fantascienza "alla Vance": già, perché lo scrittore americano ha saputo dare alle sue opere un'impronta talmente caratteristica da essere egli stesso diventato un punto di riferimento, il rappresentante di un sottogenere della narrativa fantascientifica.

E allora, che caratteristiche ha questo sottogenere?

Sono diverse: la prima direi che è certamente l'affresco sociale che Jack Vance dà ai suoi mondi inventati.
Lo scrittore, infatti, dipinge letteralmente le società che si inventa, con i loro costumi, le loro gerarchie sociali, la loro culture... e la descrizione è talmente realistica che al lettore sembra di partecipare agli stesso a tali mondi.

Il secondo punto è certamente l'incedere avventuroso della trama, mai noiosa e viceversa piena di spunti interessanti. In tale senso, i romanzi di Vance sanno soddisfare sia il lettore più introspettivo e riflessivo, magari più interessato alla struttura socio-culturale, sia quello più portato all'azione, interessato invece al decorso avventuroso della storia.

Altra caratteristica degna di essere citata è il grande spazio lasciato ai personaggi, ben caratterizzati e vividi.

E allora, veniamo al protagonista di questo La fiamma della notte: il suo nome è Jaro, ed è un ragazzo il cui passato è ignoto, posto che i suoi genitori sono stati assassinati senza un motivo evidente. Egli stesso è sempre stato in pericolo, e certamente il suo carattere individualista non lo agevola in tal senso.

Jaro è un ragazzo alquanto strano: molto dotato intellettualmente, è tuttavia in qualche senso sociopatico, e spesso il lettore faticherà a condividere le sue scelte.

La storia inizia in modo accattivante, e prosegue poi appassionante e intricata.
L'autore, in sintesi, dipinge un affresco sociale credibile e godibile, condito da personaggi interessanti e di spessore.

A mio avviso, l'unica pecca è una certa involuzione della trama nella parte finale, che forse andava curata meglio.

Il giudizio globale sul libro di Jack Vance è comunque ottimo: La fiamma della notte è un romanzo da non perdere  per gli appassionati di fantascienza, e non a caso quando finisce dispiace... e, come dico io, questo è il segno più evidente della bontà di un libro.

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Argomenti