Titolo: Le cronache del Mondo Emerso - Nihal della terra del vento.
Scrittore: Licia Troisi.
Genere: fantasy.
Editore: Mondadori.
Anno: 2004.
Voto: 6.5.
Dove lo trovi: qui.


Era solo questione di tempo, e sul mio sito non poteva certo mancare la recensione del primo libro della giovane autrice italiana di fantasy.
A dire il vero, si tratta dell'unico libro che ho letto di Licia Troisi, per i motivi che poi vi dirò.

Un primo punto è doveroso: il titolo ricorda troppo da vicino Nausicaa della valle del vento, capolavoro dell'animazione fantastica di Hayao Miyazaki. Si poteva fare uno sforzo di fantasia in più...

Detto questo, passiamo al perchè al tempo comprai il libro: per la bellissima copertina. :)
In effetti, i libri della Troisi sono famosi per gli stupendi disegni della prima pagina, che se non sbaglio sono valsi a chi li ha realizzati anche dei premi (e se non gliene hanno dati, beh, avrebbero dovuto

Altro elemento attrattivo è stata la quarta di copertina, laddove si sintetizzava la figura di Nihal, enigmatica ragazza dagli occhi viola (mi piace il viola).

Ma veniamo al romanzo in sé e per sé, vero caso editoriale, posto che una sconosciuta esordiente ha fatto piazza pulita in Italia e in parte anche all'estero, infilando un best seller dietro l'altro.

A onor del vero, dicono i maligni, con il tamburo battente della Mondadori alle spalle chiunque o quasi finirebbe tra i best seller.
La domanda, ovvia, dunque è: la Troisi se lo merita?
O meglio, questo romanzo è di valore?

La prima impressione che si ha nel leggere questo primo romanzo delle Cronache del Mondo Emerso è quella di assistere a un'occasione sprecata.
Il personaggio centrale dell'opera infatti (Nihal) è interessante e stimolante, e colpisce subito l'attenzione del lettore.

Sfortunatamente, sia il personaggio sia l'evolversi della trama si riducono più all'esecuzione del discreto compitino che all'elaborazione di qualcosa di grandioso e memorabile.
Due, in particolare, sono i punti che fanno pensare a ciò.

Il primo è lo scorrere del tempo, a mio avviso mal gestito: i salti da un periodo all'altro sono troppo bruschi, e si ha l'idea di aver perso qualcosa nel mentre (qualcosa che si avrebbe voluto conoscere).

Il secondo è dato dagli spunti proposti, che spesso sanno di già visto: la magia da imparare, il drago da cavalcare, il tiranno cattivo da sconfiggere...
Insomma, elementi troppo scontati e che avrebbero potuto essere più originali.

Questi i punti negativi.
Quelli positivi, invece, sono (oltre alla splendida copertina :) una freschezza di fondo, che fa sì che il romanzo sia godibile, e la capacità di coinvolgere il lettore, che fa sì che il libro si legga in fretta.

Il voto finale di Nihal della terra del vento di Licia Troisi è un discreto 6.5... non male, dunque, ma avrebbe potuto essere più alto, peccato...

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Argomenti