Titolo: Lettere d'amore del profeta (Cartas de amor do profeta).
Scrittore: Kahlil Gibran.
Genere: corrispondenza.
Editore: Bompiani.
Anno: 1995.
Voto: 5.
Dove lo trovi: qui.


Curate da Paulo Coelho, queste lettere tra Gibran e il suo primo amore, Mary, si mostrano a tratti toccanti e ispirate, e mettono a nudo l'animo del loro celeberrimo autore.

Un animo, occorre dirlo, assai più sensibile e fragile di quanto non si sarebbe detto dalla lettura dell'opera più nota di Gibran, Il profeta.

L'impressione sulle Lettere d'amore del profeta, tuttavia, è che si tratti di un prodotto prevalentemene commerciale, come peraltro lascia dubitare lo stesso Coelho quando parla di una sua libera traduzione delle missive originali.

Si potrebbe discutere, inoltre, su quanto sia eticamente corretto rendere pubblica la corrispondenza di una pesona morta senza che essa avesse preventivamente autorizzato ciò e, anzi, in aperta ostilità con l'altra parte in causa, quella donna con cui la moglie di Gibran, guardà un po', rimase sempre in cattivi rapporti.

In conclusione, se volete leggervi qualcosa di Kahlil Gibran, il mio consiglio è di lasciar perdere le Lettere d'amore del profeta e di optare invece per Il profeta stesso.

Oppure, in alternativa, di cercare da altre parti l'ispirazione cui anelate (Neale Donald Walsch, Tom Youngholm, Betty Shine, James Redfield, Ramtha, Edgar Cayce... le fonti sono pressocché infinite).

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Argomenti