Titolo: The secret (The secret).
Scrittore: Rhonda Byrne.
Genere: spiritualità, saggistica, psicologia.
Editore: Macro Edizioni.
Anno: 2006.
Voto: 8.
Dove lo trovi: qui.


The secret di Rhonda Byrne è un prodotto difficile da recensire, per le sue molteplici implicazioni storiche, esistenzialistiche, culturali, sociali, fisiche e scientifiche.

Ci provo. :)

Partiamo dal titolo: il "segreto" consisterebbe in un modo di vivere (ma sarebbe meglio dire di pensare) che avrebbe il potere di cambiare il destino di ognuno di noi, e che, secondo l'autrice, sarebbe stato per millenni celato al popolo proprio per permettere a chi deteneva il potere politico, sociale ed economico di continuare a detenerlo senza problemi.

Autrice e collaboratori (numerose personalità di rilievo nel mondo della ricerca, della scienza e degli studi umanistico-sociali) sostengono che il segreto sia stato usato da molti grandi del passato, da Einstein, a Eddison, a Leonardo, a Buddha.

In poche parole, il segreto sarebbe questo (e so che non faccio giustizia sintentizzandolo in così poco): i pensieri diventano realtà (per dirla in inglese "thoughts become things").

Detta così sembra un po' una cosa da Mille e una notte, da lampada di Aladino... non a caso, anch'essa citata nel libro insieme alla frase del Genio "your wish is my command" (i tuoi desideri sono ordini)...

E l'essenza dell'universo sarebbe proprio questa: l'universo ci rimanda indietro sotto forma di esperienza di vita ciò che noi creiamo a livello mentale.

Pensiamo ai problemi? E problemi avremo.
Siamo focalizzati sulla felicità e sull'abbondanza? Ed esse compariranno nella nostra vita.

La spiegazione scientifica che propone The secret, e che peraltro sembra essere in sintonia con la direzione presa dal mondo della fisica quantistica, sarebbe questa: l'intero universo è energia (e questo lo ha dimostrato Einstein con la sua nota equazione). Sono dunqu e energia le cose che tocchiamo, sono energia i nostri pensieri, sono energia le nostre emozioni.

Ora, l'energia funzionerebbe secondo la legge di attrazione: l'energia attrae energia simile, secondo un gioco di vibrazione e risonanza.

In questo senso, davvero ognuno nella vita avrebbe quello che si merita, e il detto secondo cui "il simile attrae il simile" avrebbe una base reale.

Giusto per shockare ancora di più il lettore, aggiungiamo la concezione divina-esistenzialistica-universale che sta alla base di The secret: l'universo intero è stato creato da un pensiero, ovviamente divino; Dio stesso si è scisso in molte parti per avere esperienza della sua stessa creazione, e dunque in ogni uomo vi sarebbe letteralmente una parte di Dio.

In tal senso, saremmo davvero creati a immagine e somiglianza di Dio, anche se in un senso molto diverso da quello che intendono i cristiani (ma quale altro senso sarebbe possibile, d'altronde? Di un padre non si può che essere figli, ossia parti di esso, sue derivazioni).

Ma torniamo a noi: le argomentazioni logiche, i riferimenti a concetti del passato, le testimonianze dei vari "maestri" sono onestamente convincenti, a maggior ragione se supportati dai recenti sviluppi delle scoperte scientifiche della fisica quantistica.

In conclusione, The secret di Rhonda Byrne è un libro importante e ispirante, che pone il lettore immediatamente in uno stato positivo e gioioso.
E, qualora non fosse così, rimarrebbe comunque un libro dall'elegante e piacevole veste grafica... :p

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Argomenti