Titolo: L'oscura immensità della morte.
Scrittore: Massimo Carlotto.
Genere: thriller, noir.
Editore: E/o.
Anno: 2004.
Voto: 4.
Dove lo trovi: qui.


Basta una storia personale drammatica e (forse) ingiusta per giustificare la pubblicazione di storie altrettanto drammatiche, truci e prive di qualunque umanità?

La mia personale risposta è no, poi ognuno abbia la sua idea.

A decenni di distanza dal suo caso personale (un'accusa di omicidio con tanto di anni di carcere e di latitanza, poi seguita dalla grazia del Presidente della Repubblica Scalfaro), Massimo Carlotto continua a parlarne, e lo fa in modo violento, cinico, carico di odio e di acrimonia.

In L'oscura immensità della morte non c'è un solo personaggio positivo: si va dal tossico autore dell'omicidio di una giovane madre e del suo bambino che esce dal carcere per un cancro, all'altro tossico complice della rapina che ha originato il rapimento delle due vittime che ha continuato a vivere senza alcun rimorso di coscienza (per le due vittime, per il padre di famiglia o per il complice che nel frattempo ammuffiva in carcere), dal marito e padre privato della sua famiglia, che poi si vendicherà sull'omicida uscito di prigione, al commissario corrotto.

Tutto è marciume e tutto è avvelenato.
Queto è il mondo di Carlotto?

Se sì, ci dispiace per lui, per lui e per le sue storie crude, ruvide, prive di speranza e di gioia, e viceversa colme di turbamenti e depravazioni.

Sono storie che meritano di essere narrate?
Ancora una volta, ognuno dia una sua risposta... la mia è no.

Unici due elementi positivi del libro: il primo è che è breve (:p); il secondo che, in qualche assurdo e degenerato modo, incuriosisce il lettore (più o meno nello stesso modo in cui non si distoglie lo sguardo da uno scarafaggio o comunque da ciò che disgusta).

Insomma, il mio consiglio è di ignorare L'oscura immensità della morte di Massimo Carlotto e di dedicarvi a qualche altra lettura.

Fosco Del Nero


Per rimanere aggiornato con le recensioni di Libri e Romanzi, iscriviti al feed!

Argomenti